Gironzolando

Villa Adriana a Tivoli!

La primavera è arrivata, e anche se in modo altalenante, inizia a regalarci delle belle giornate di sole da trascorrere all’aria aperta. Negli ultimi fine settimana sono andata parecchio in giro, ed ho pensato che fosse carino iniziare a raccontare dei luoghi dove vado e che mi colpiscono.

Domenica scorsa ho fatto un giro fuori porta con il mio ragazzo e sono andata a visitare Villa Adriana a Tivoli. Abbiamo passato un bellisimo pomeriggio rivedendo le bellezze di questo sito archeologico che avevo visitato da bambina, e di cui avevo solo qualche piccolo ricordo. Voi conoscete Villa Adriana? Ci siete mai stati? Oggi vi parlo della nostra visita, e chissà… magari se capitate da queste parti ci andate anche voi!

Villa Adriana è nella lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco, e vi assicuro che è un sito da visitare se vi capita l’occasione. Si trova nel comune di Tivoli, a circa 28 km da Roma sui Monti Tiburtini. Da Roma abbiamo impiegato 40 min in auto senza incontrare traffico per arrivare. Il sito è molto grande, a mio parere ci si può passare anche tutta la giornata all’interno. In base alle fonti ufficiali l’area visitabile è di circa 40 ettari, anche se in origine la villa si estendeva su 120 ettari in totale. Inoltre ci sono ancora diverse parti dove gli scavi sono tutt’ora in corso. Noi siamo entrati verso le tre del pomeriggio, e all’entrata ci hanno detto che avremmo impiegato circa un’ora e mezza per la visita. In realtà questo è il tempo di visita per il precorso principale, ma se la si vuole vedere tutta ci vogliono almeno due ore e mezza. La nostra esperienza è stata di quasi 4 ore,  siamo arrivati all’uscita alle sette meno un quarto, giusto in tempo per la chiusura che in questo periodo è alle ore 19.00. Abbiamo preso un’audioguida e seguito tutti i numeri del percorso in ordine progressivo, facendo anche qualche piccola sosta riposo/ristoro e per goderci il paesaggio. Ci siamo gustati a pieno il pomeriggio. La visita non è altro che una passeggiata all’interno di un parco verde; ci sono anche panchine e fontanelle con acqua potabile (un particolare del parco è che ci sono molte piante di ulivo, quindi se siete allergici premunitevi di antistaminico!).

Non mi dilungo nel spiegarvi tutti i dettagli sulla Villa che potete trovare su molti siti e apprendere di persona se decidete di andarci, ma voglio raccontarvi qualche cenno storico e particolare che mi hanno colpito.

Adriano diventò imperatore nel 117 d.C. e decise di far costruire una residenza per se e la sua corte lontano dal trambusto di Roma. Scelse un’area particolarmente ricca di acque che servirono ad alimentare numerose piscine, terme e fontane. In quella zona passavo ben quattro anquedotti che portavano l’acqua a Roma. Inoltre nelle vicinanze della villa c’era anche una sorgente d’acqua di sulfurea (oggi Bagni di Tivoli). Un ambiente perfetto per tutte le esigenze! L’imperatore ha seguito e curato la costruzione della villa, creando un ambiento unico che rispecchiava la sua personalità eclettica. Adriano fece realizzare spazi abitativi e monumentali che riecheggiavano l’estensione dell’impero romano. Ancora oggi, particolarmente suggestiva è la parte del Canopo (nome di un antica città egizia che sorgeva sul delta del fiume Nilo), dove un lungo bacino d’acqua circondato da statue e ornamenti ricordava il fiume Nilo. Pare che fosse un grande spazio per ospitare banchetti all’aperto. Tra le parti più “suggestive” c’è il Teatro Marittimo, a forma circolare con un’isolotto al centro dove era riprodotta una piccola domus romana. Se avete tempo, consiglio anche di arrivare fino alla Rocca Bruna, un punto molto panoramico dove si ammirano le colline fino a Roma e molto suggestivo al tramonto. In questo punto era stata realizzata una torre che forse veniva usata di notte dall’imperatore per scrutare il cielo e ammirare le stelle.

Vi lascio qualche foto della Villa che ho fatto Domenica, e spero di avervi incuriosito e magari dato un’idea per una gita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qualche info pratica. Il biglietto intero di ingresso ha un costo di 8 euro, quello ridotto 4 euro, e l’audioguida ha un costo di 5 euro. Tariffe più che accettabili per la grandezza e bellezza del sito. Poi, per chi vuole approfittare, ogni prima domenica l’ingresso è libero, e dovrebbero esserci anche visite guidate (tutte le info utili le trovate sul sito di CoopCulture).

Ciao e a presto. Buon fine settimana 🙂

Susanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...