Società

Il Calcio è roba da Donne!

Lunedì sera abbiamo avuto una brutta notizia, l’Italia non parteciperà al Mondiale di calcio 2018 in Russia. La Nazionale non ha vinto l’ultima partita con la Svezia e non è riuscita a qualificarsi. La notizia ha intristito un po’ tutti, anche chi come me non segue il calcio abitualmente, ma tifa sempre la Nazionale quando gioca. Il mondiale 2006, il mondiale dei miei sedici anni e delle partite guardate con tutto il gruppo di amici, il mondiale in cui l’Italia divenne Campione del Mondo per la quarta volta, rimarrà per sempre nel mio cuore. Purtroppo le cose cambiano, e per adesso la nostra Nazionale maschile ha avuto una grande battuta d’arresto. Speriamo che riuscirà a ripartire più forte di prima!

Nel frattempo, qualcuno ha cercato di far tornare il buon umore dando voce al fatto che esiste anche una squadra nazionale di calcio femminile, e che le donne invece al loro mondiale ci andranno! La Nazionale tutta al femminile (anche l’allenatrice è donna) è al momento al primo posto nel suo gruppo, insieme al Belgio, e le manca solo un ultima partita per confermare la partecipazione al Mondiale 2019 in Francia (se siete curiosi potete trovare tutte le info al seguente link: http://www.figc.it/it/204/2539965/2017/11/News.shtml). L’ultima partita del girone si giocherà martedì 28 Novembre in Portogallo, nella città di Estoril.

Personalmente ho scoperto della nostra Nazionale femminile tramite un post su Facebook, si può dire che fino a martedì La ignoravo completamente. Nel senso che non mi sono mai soffermata a pensare alla realtà del calcio femminile italiano, che tra l’altro non arriva mai ad essere menzionato nelle news più popolari. A pensarci bene, in Italia tanti sport (sia femminili che maschili) hanno pochissimo spazio mediatico rispetto al calcio maschile. In ogni caso, bisogna ammettere che in Italia il calcio è lo sport più popolare di tutti. Allora la mia domanda è “perché al calcio femminile viene dato così poco spazio?”

Da come dovreste aver intuito, sentire che la notizia della Nazionale femminile non era quasi pervenuta fino a quando non è avvenuta la completa disfatta della Nazionale maschile, mi ha fatto molto riflettere. L’ultima partita vincente risale al 15 settembre 2017, ITALIA – MOLDAVIA 5-0.

Uno dei primi istinti è stato quello di fare qualche ricerca per saperne di più sul calcio femminile in Italia. Da quanto tempo esiste? Come è strutturato? Ha mai ottenuto buoni risultati a livello internazionale? Vi scrivo qualche breve risultato della mia ricerca, poi ovviamente potete andare a vedere maggiori informazioni se vi interessano (io ho trovano cenni storici e informazioni sui siti della Federazione Italiana Giuoco Calcio -FIGC e Lega Nazionale Dilettanti – LND).

Il primo gruppo femminile di calcio è stato creato in Italia nel 1930 a Milano. Negli anni ’40, ’50 e ’60 si è diffuso un po’ in tutta la penisola e nel 1968 è stata fondata la Federazione Italiana Calcio Femminile (FICF). Nel 1970 è nata anche la Federazione Femminile Italiana Giuoco Calcio (FFIGC). Infine nel 1972 le due federazioni confluiscono nella Federazione Femminile Italiana Unita Giuoco Calcio (FFIUGC). In questi anni ci sono stati i primi campionati di serie A e B. Dal 1997 al 2009 la federazione è stata guidata dalla Presidente Natalina Ceraso Levati che ha portato avanti un grande percorso di crescita e professionalizzazione del calcio femminile italiano. Attualmente ci sono: 22594 calciatrici tesserate per la Federcalcio (10.722 le Under 18); 394 società affiliate alla FIGC (64 partecipanti ai campionati nazionali, 330 a quelli regionali); 5 selezioni Nazionali, dalla A all’Under 16. La Lega Nazionale Dilettanti ha un Dipartimento Calcio Femminile dal 2013 che gestisce tutta l’attività agonistica. A livello internazionale, dal 1987 ad oggi, le nazionali femminili (anche under 19 e under 17) hanno vinto medaglie d’argento e di bronzo a livello europeo. I mondiali di calcio femminili FIFA Women’s World CUP esistono dal 1991 e l’Italia finora è riuscita a partecipare solo al mondiale del 1999. Tra le squadre femminili europee più forti ci sono Germania, Svezia e Norvegia; a livello mondiale Stati Uniti, Giappone, Cina e Brasile.

Spero che questo riassunto sul calcio femminile non vi abbia troppo annoiato, ma era necessario per farci un’idea delle cose. Credo si possa affermare che il calcio femminile è una realtà in Italia, in Europa e nel Mondo (anche se in modo minore rispetto al calcio maschile). Quindi, “perché se ne parla così poco?” Siamo tutti vittima della logica che attribuisce il calcio agli uomini, e anche se le donne giocano a calcio “chi se ne frega”?

Penso che sia importante iniziare a dare peso a queste cose. Noi donne italiane dobbiamo iniziamo a domandarci quando avremo finalmente il piacere di vedere la Nazionale femminile giocare una finale al Mondiale!

Il rispetto per le donne deve esistere in tutti gli ambiti della nostra vita, anche nello sport!

La UEFA ha avviato una campagna che si chiama Together #WePlayStrong per incoraggiare le ragazze ad avvicinarsi al calcio senza sentirsi strane o a disagio per questo. Potete guardare il video della campagna a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=24oJhv-li54

Il calcio è un simbolo dei tanti ambiti in cui storicamente le donne non sono state presenti, perché considerati solo per gli uomini. Bisogna continuare a lavorare per abbattere le barriere mentali e sociali che ancora oggi alimentano le disuguaglianze di genere. Il calcio è anche femminile!

Mi sento di chiudere affermando che mi fa piacere se da un avvenimento negativo è potuto nascere qualcosa di buono, ossia lo spunto per iniziare a dare importanza anche al calcio femminile.

Dove potremo seguire le partite delle nostre Azzurre?! Il 15 Novembre la ASSIST (Associazione nazionale atlete) ha lanciato la campagna #AzzurreSuRaiUno ! Incrociamo le dita.

Susanna Stravato

wps

7 pensieri riguardo “Il Calcio è roba da Donne!”

  1. abbiamo un presidente federcalcio chiamato Tavecchio che a neanche 24 ore dalla nomina si era prodigato nella regina delle battute di merda (scusa il francese) riguardo al calcio femminile definendo tutte “quelle quattro lesbiche”, quindi non mi stupisce la situazione sia rimasta immutata.. è una situazione triste.
    per rispondere alla tua ultima domanda, prendilo con le pinze, ma può darsi che magari sul canale raisport trasmetta qualcosa.

    Mi piace

    1. Ciao, non lo sapevo… questo mi conferma che abbiamo bisogno di un cambiamento e bisogna continuare a crederci! Spero anche io che almeno trasmettino qualcosa su RaiSport (spesso per ottenere il minimo bisogna chiedere il massimo!). Buona Giornata 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...